Costruzioni esistenti – Capitolo 8 | NTC 2018

Il Capitolo 8 affronta il delicato problema della costruzioni esistenti; dopo i criteri generali sulle diverse tipologie di edifici e le variabili che consentono di definirne lo stato di conservazione, introduce la distinzione fondamentale dei tre diversi tipi di intervento che possono essere effettuati su una costruzione esistente:
- interventi di adeguamento, atti a conseguire i livelli di sicurezza previsti dalle NTC;
- interventi di miglioramento, atti ad aumentare la sicurezza strutturale esistente pur senza necessariamente raggiungere i livelli richiesti dalle NTC;
- riparazioni o interventi locali, che interessino elementi isolati e che comunque comportino un miglioramento delle condizioni di sicurezza preesistenti.
Un ulteriore importante paragrafo riporta le disposizioni per la progettazione degli interventi in presenza di azioni sismiche nelle diverse tipologie di edifici.

8.1. Oggetto

8.2. Criteri generali

8.3. Valutazione della sicurezza

8.4. Classificazione degli interventi
8.4.1. Riparazione o intervento locale
8.4.2. Intervento di miglioramento
8.4.3. Intervento di adeguamento

8.5. Definizione del modello di riferimento per le analisi
8.5.1. Analisi storico-critica
8.5.2. Rilievo
8.5.3. Caratterizzazione meccanica dei materiali
8.5.4. Livelli di conoscenza e fattori di confidenza
8.5.5. Azioni

8.6. Materiali

8.7. Progettazione degli interventi in presenza di azioni sismiche
8.7.1. Costruzioni in muratura
8.7.2. Costruzioni in calcestruzzo armato o in acciaio
8.7.3. Costruzioni miste
8.7.4. Criteri e tipi d’intervento
8.7.5. Elaborati del progetto dell’intervento