Statistiche

Collaudo statico delle strutture

Normative e Procedure Strutture » Collaudo statico delle strutture

 

Definizione:
Si intende per collaudo statico il collaudo di quelle strutture che hanno una funzione essenzialmente staticanell'ambito della realizzazione di un'opera. Il collaudo statico, dal punto di vista normativo, nasce, in maniera organica e moderna, con la legge 5 novembre 1971, n. 1086 (attualmente in vigore per tutti i campi di applicazione originariamente previsti dal relativo testo normativo e non applicabile alla parte I del D.P.R. 380/2001) relativamentealle sole strutture in cemento armato normale e precompresso e alle strutture metalliche.
Il campo di applicazione e le modalità del collaudo statico sono, oggi, compiutamente definiti del Decreto Ministeriale 14 gennaio 2008 - Testo Unico delle Norme Tecniche per le Costruzioni (NTC), il quale, al capitolo 9 esprime testualmente:
"Il collaudo statico riguarda il giudizio sul comportamento e le prestazioni delle parti dell'opera che svolgono funzioni portanti." Seguono poi tutte le prescrizioni generali sulle modalità di esecuzione.
In tal modo non vi è più distinzione alcuna tra i diversi materiali che assolvono una determinata funzione portante e, pertanto, il collaudo viene esteso a tutte le strutture portanti, qualunque sia il materiale che a tale scopo è utilizzato.
Sempre ai sensi del decreto citato, per via del fatto che, in genere, gli elementi strutturali, una volta posti in opera, non sono più ispezionabili e controllabili, il collaudo statico è un collaudo in corso d'opera, fatti salvi casi particolari.
Contrariamente a quanto accade per il collaudo tecnico-amministrativo, il collaudo statico non assume mai la configurazione della provvisorietà. Pertanto le opere non possono essere mai essere messe in esercizio prima che il collaudo statico sia stato eseguito.

Normativa di riferimento:
D.M. 14 gennaio 2008 - Capo 9 Collaudo statico
D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207 - Art. 216 Nomina del collaudatore
D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380 - Art. 67 Collaudo statico
L. 5 novembre 1971 n. 1086 - Art. 7 Collaudo statico

NameSizeDate
icoschema-coll-statico.doc

Esempio di collaudo delle strutture in conglomerato cementizio armato (Legge 5.11.1971, n. 1086 – Legge 2.2.1974, n. 64, art. 188, c. 6, – D.P.R. 554/1999 - Cap. 9 D.M 14.1.2008 - Legge Regionale .... )

50.00 KB
icoREGOLAMENTO-N.4-2010-collaudatore.pdf

Stralcio Regolamento n. 4/2010 art.10 Regione Campania per collaudo statico

50.51 KB
icoArticolo-67-dm380-collaudo.pdf

Stralcio del DM 380/2001 riguardante il collaudo statico

83.41 KB
icoleg-tec-coll-stat.pdf

IDONEITA’ STATICA E COLLAUDO DELLE STRUTTURE - Inquadramento generale e aspetti normativi

324.61 KB
icorich-tern-collaud.pdf

Schema di richiesta di terna di collaudatori statici

88.49 KB
icosch-tipo-coll-stat.doc

Modello/Schema tipo di Certificato di collaudo statico

38.50 KB
icocoll-stat-trent.pdf

Modello/schema di collaudo statico provincia di Trento

37.40 KB
icocoll-stat-reg-sicil.pdf

Modello/schema di collaudo statico Regione Sicilia

38.96 KB
icocoll-stat-ragus.doc

Modello/schema di collaudo Genio Civile di Ragusa

66.00 KB
icocoll-stat-bell.doc

Modello/schema di collaudo statico provincia di Belluno

119.00 KB
icocoll-stat-vicen.pdf

Modello/schema di collaudo statico provincia di Vicenza

67.43 KB
icoGuida dichiarazione Idoneita statica.pdf

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI IDONEITÀ STATICA - a cura della Commissione Strutture dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Trento

1901.80 KB
  • Add link to:
  • facebook.com